tempo

Cerca nel blog

martedì 28 maggio 2013

Piccole manie e stupide paure.

Non so perché ma alla vigilia di ogni partenza sento l'irresistibile impulso di tirare casa a lucido e di doverla lasciare splendente a tutti i costi . Allora ho cominciato questa mattina lucidando e smontando e rimontando il bagno poi sono pasta alla camera per poi finire al corridoio e alla cucina comuni … il risultato ? tutto brilla e a me fa' male il braccio !.
Sono molto contenta di andare da lui ma contemporaneamente ho paura , è la prima volta che rimango per ben sette giorni di fila, e lui non vive da solo ma con i suoi e io non sono più abituata a stare in una casa affollata senza contare sua madre che si mi tratta bene . Ma un conto è avermi tra i piedi un fine settimana e un altro è vedermi tutti i giorni per sette giorni e per via della malattia di lui siamo barricati in casa. Quindi mentre riguardo il mio bagaglio passa dalla gioia folle rivederlo al terrore dei suoi .
Questa strana ansia mista a gioia non mi sta facendo dormire : allora controllo nuovamente se ho tutto . Mi giro e rigiro nella mia piccola camera e un altra sigaretta vola nelle mie mani … ma dov'è quel dannato accendino quando mi serve ? comincio a frugare a cercare da per tutto a scrivere una parola per poi lasciare la tastiera e ricominciare a cercare e poi dov'è ? . Per terra mi sarà caduto !. L'accedo fisso la foto di noi due appesa al muro e la tensione si allenta . Poi ripenso al fatto che non saremo soli come quando lui viene nel mio piccolo nido , che è piccolo certo , modesto senza dubbio ma qui siamo soli.
Forse le mie sono solo stupide paure , con una buona parte d'egoismo. Ma in questa strana notte non riesco a far smettere di volteggiare la mia testa.

Il Passato

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.

Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

- Emily Dickinson

Wicca

Scende la pioggia

Tu nel tuo letto caldo, io per strada al freddo
ma non è questo che mi fa triste
Qui fuori dai tuoi sogni l'amore sta morendo
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia ma che fa,
crolla il mondo addosso a me
per amore sto morendo !
Amo la vita più che mai
appartiene solo a me,
voglio viverla per questo !
E basta con i sogni, ora sei tu che dormi
ora il dolore io non conosco
Quello che mi dispiace è quel che imparo adesso
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia...
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget