tempo

Cerca nel blog

lunedì 27 maggio 2013

La distanza

Oggi sono andata dal medico ( se continua così ci dormo dentro) finalmente con la risonanza magnetica si è sciolto il dilemma è un infiammazione muscolare al braccio che ha fatto gonfiare l'avambraccio e lenta a guarire. Quindi devo portare ancora il tutore non muovere il braccio e prendere le medicine . Visto che sono ancora in malattia ho deciso di partire , vado sette giorni dal ragazzo ( che con i suoi due polsi ingessati è messo peggio di me ). Mai come adesso mi pesa la distanza : lui ha bisogno di me e io non posso aiutarlo come vorrei , lui continua a ripetermi di non preoccuparmi che faccio già tanto che per lui è già importante sapere che ci sono e che questo basta.
Lo vedo attraverso Skipe , quanta fatica gli costa ogni movimento e la stanchezza nei suoi occhi perché non riesce a dormire comodo con i gessi.
È brutto vedere chi si ama soffrente non poter far ninfe per alleviare la sua pena. Per fortuna dopo domani parto e mi renderò meglio conto della situazione , certo forse non gli sarò di grande aiuto ma per lo meno mi sentirò meno inutile.


Il Passato

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.

Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

- Emily Dickinson

Wicca

Scende la pioggia

Tu nel tuo letto caldo, io per strada al freddo
ma non è questo che mi fa triste
Qui fuori dai tuoi sogni l'amore sta morendo
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia ma che fa,
crolla il mondo addosso a me
per amore sto morendo !
Amo la vita più che mai
appartiene solo a me,
voglio viverla per questo !
E basta con i sogni, ora sei tu che dormi
ora il dolore io non conosco
Quello che mi dispiace è quel che imparo adesso
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia...
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget