tempo

Cerca nel blog

domenica 30 maggio 2010

Le chiavi .


Sono emozionata , da martedì ho le chiavi di casa mia ! . Finalmente dopo tanto tempo avrò una casa solo per me !

sabato 29 maggio 2010

Il ruggito del Leone

Ieri sono andata a vedere la camera ... mai visto un posto più squallido . Sono solo prostitute e il bagno e la cucina sono in comune , per mia fortuna posso organizzarmi un angolo cottura in camera , ma almeno Ü sicuro al 90% che me la danno : anche se non è proprio quello che voglio . Ma almeno avrei un po` di pace e in fondo è quello che cerco . Uscendo di li ho rivisto Leo , questa volta è lui che mi ha chiamato ; mi ha invitato al suo tavolo e io mi sono seduta anche se non volevo , l`ho ascoltato mentre si congratulava con me per il mio lavoro e la mia futura casa e poi si è anche offerto volontario per aiutarmi a traslocare , in ultimo mi anche invitato domenica sera a cena da lui e che mi chiamava domenica per confermare . L`ho cercato per tanto tempo e ora che lo evito il mio Leone torna a ruggire.

venerdì 28 maggio 2010

Il bambino


Occhi piccoli e assenti , la testolina poggiata dolcemente sul seno della madre e una piccola manina paffuta si agita in aria cercando d`afferrare l`invisibile . Il bimbo seduto di fronte a me sul tram con i suoi dolcissimi occhi blu e quel colorito bianco e rosa Ü il ritratto della vita : Ma non posso osservarlo oltre senza chiedermi come sarebbe cambiata la mia vita se avessi portato a termine la gravidanza , se al posto di quella donna ci fossi io con un tenero fagottino stretto fra le mie braccia . Allora un enorme nodo mi stringe alla bocca dello stomaco e sono costretta a cambiare posto : il ricordo Ü ancora fresco e brucia come una ferita che non vuole guarire

sabato 22 maggio 2010

Il mio migliore amico.

Sono seduta in casa sua , tutti pensano che sono a Como con Pina , in vece sono qui seduta da sola a casa d' Arturo . Lui é mio amico da sempre anche se non ci sentiamo per mesi appena c'é bisogno ci siamo uno per l'altra ; lui che non mi ha lascito mai sola anche quando non sopportavo il mio riflesso allo specchio.
Eppure anche lui che in questo momento ha tanti problemi , non si dimentica mai di me , anche lui alla ricerca di un amore che non trova , quante notti ha vagato con me sulla via delle capre alla ricerca di Leo e quelle poche poche volte che lo abbiamo trovato si é fatto da parte felice della mia gioia . Anche se a volte ridendo mi dice che lui in fatto di uomini ha gusti migliori ; e io controbatto dicendogli che non ha occhi.
Lui é omosessuale e ci divertiamo molto osservando i tipi che passano magari mentre prendiamo un caffè o facciamo spese .
Per quanti giri io possa fare ci ritroviamo sempre e per questo sono grata alla vita , di avermi dato un amico cosi'.

domenica 16 maggio 2010

Ansia



Tu dici di essere mia amica, ma non mi ascolti. Tu dici di capire , ma tenti inutilmente di corrompermi , tu che ti svegli la mattina urlando contro tutto e tutti , che dalla cosa più` piccola ne crei un affare di stato e il tutto per cosa ?. Per avere più tempo per chattare con qualche uomo da portarti a letto in Italia? e io qua scema che copro le tue scappatelle agli occhi di tuo marito e dei tuoi figli , io idiota che mi carico delle tue colpe . Tu mi trasmetti ansia : io non ho più voglia di essere la tua marionetta

venerdì 14 maggio 2010

Il mio tormento

Ho trascorso notti insonni , ti ho cercato in ogni vicolo buoio in ogni locale , ho pianto fino ad non aver più lacrime .
Ti ho cercato sorretta dalla forza della disperazzione come fa un assetato nel deserto.
Ora che con fermezza sto ascoltando il mio orgoglio , ecco che il destino mi gioca uno strano scherzo : ad ogni svolta . in ogni locale ... ora ti vedo .
Tu che tormenti i miei pensieri .
cosa devo fare ?

giovedì 13 maggio 2010

Una luce - Gianna Nannini

A marcia inversa

Sono appena tornata dopo essere uscita con Angelo , mi ha portato nella qui vicina Lucerna . Cercando inutilmente di farmi rilassare : i suoi piccoli occhi nocciola mi scrutavano in continuazzione con aria preoccupata chiedendomi con estrema dolcezza perché della mia aria malinconica . Cosa mi incupiva cosi` tanto .... e io dal mio canto mi arrampicavo sugli specchi con risposte sempre più vaghe . Siamo cosi` simili e cosi` diversi , ci stiamo nascondendo l`uno nell`altra dai nostri problemi . Io che non riesco a smettere di amare il mio Leo e lui che scappa da un matrimonio che sta finendo a suon di minacce , ma so che il nostro è solo un breve passaggio due anime divorate per motivi diversi che trovano nella compagnia dell`altro uno sfogo ... anche se è per un semplice caffè come oggi. Lui mi guarda con gli occhi di chi ama e so che le sue parole sono sincere . Ma dentro di me so che non durerà .... e penso che nell`angolo più razionale della sua mente brilli la stessa consapevolezza . Due anime che guidano a marcia inversa per nascondersi da ciò che in realtà è inevitabile

Uno sguardo

Sorseggio il mio cappuccino serena mentre mi sto leggendo un libro al Werkhof‎ ; la prima colazione serena dopo tanto tempo . Quando d`improvviso appare lui , lo sento dal mio posto nel fumer , alzo discretamente lo sguardo .... si è lui , il mio Leo . Quanto tempo è passato , il cuore accelera fino a battermi in gola , e un leggero tremito mi scuote da capo a piedi . Faccio finta di niente , continuo a fumare la mia sigaretta concentrandomi sul mio libro senza mai guardare nella sua direzione , è con suo fratello , per quanto mi sforzi di stare serena non riesco a concentrarmi sulla lettura . Allora chiedo distrattamente il conto alla tailandese che sta servendo il tavolo a fianco , mi rimetto il giubbotto : per uscire sono obbligata a passargli a fianco quindi lo saluto cortesemente e mi dileguo .
Ora seduta qui con il cuore in gola mi chiedo se riuscirò mai a dimenticalo.

domenica 9 maggio 2010

I mie due cuori .


Il tuo spirito in pace da anni riposa sereno sul fonde del lago . Ora quella malattia , che ti spaventava tanto e che tu hai cacciato con un tuffo nel più profondo blu non esiste più . A me resta solo un vago ricordo , un sorriso , la vaga sensazione del profumo della tua pelle ... un lontano eco della mia infanzia . Il colore dei tuoi occhi ... ancor più belli del lago che hai scelto come tua ultima dimora . Grazie Nonna : per essere stata la mia mamma per i mie primi sei anni di vita. Grazie a te mamma ; per aver sopportato una figlia irrequieta , agitata dentro come il mare in tempesta ... permalosa e ostinata ( ma quello lo sei anche tu). Rivedo alcune tue vecchie foto da ragazza e in te mi rispecchio in parte . Grazie per la tua dolce presenza , per le tue premure , per le mille litigate .... per tutte le volte che hai pianto a causa mia. Grazie hai mie due cuori che mi hanno dato la vita .

The Promise - Michael Nyman

venerdì 7 maggio 2010

Sono stanca

Mi sveglio tutte le mattine alle 5 per presentarmi a lavoro alle 6:15 , dove faccio 6 ore da bidella e finito quelle ho a mala pena il tempo di un caffè che all`una mi aspetta no altre 4 ore nell’archivio di un ospedale .... fosse finita qui andrebbe anche bene . Peccato che dopo ho a mala pena il tempo di fermarmi per un altro caffè che devo presentarmi al bar della mia amica Pina .... e li solo non si sa mai quando si finisce.
Va bene mi ospita e non pago l`affitto, ma io sono stanca non ho un giorno itero libero , ma ne anche una mezza giornata 0 ! Suo marito è in ferie e lei parte tutti i fine settimana per l`Italia ! dai suoi vari "amici" .... ma il qui presente asino è stanco di dormire 3 -4 ore per notte ! , ho tutti i fine settimana il peso di un itero locale sulle mie spalle .... e io ..... io vorrei fare come tutti . Andare ad un cinema o a ballare o semplicemente una pizza tra amici a casa .... sono stanca .
Tutti i miei colleghi vedono in me una donna forte , una grande lavoratrice , le ragazze la mattina dicono che ho un energia pazzesca perché scherzo sempre .... ma non capiscono che è solo una facciata .
Che mi serve per tirare avanti e non abbattermi . Voglio solo un po` di pace .... non chiedo tanto solo un minuto per me .

domenica 2 maggio 2010

Gianna Nannini -Bambolina-

Vetrine.

Sogno , guardo le vetrine e immagino la mia tanto sospirata casa . Sogno la libetà ... quella vera fatta di cose semplici , nella gioia di avere un nidi sicuro dove poter dire il mondo è chiuso fuori e io sono qui dentro al sicuro . Allora mi fermo davanti ad una vetrina e osservo un divano e penso che sarebbe perfetto per poter leggere un libro tranquilla .... voglio una vitta semplice fatta di piccole cose , piccoli sogni ma che danno sapore a tutto .

sabato 1 maggio 2010

werkhof

La voce del silenzio ... ora qui al werkhof rivedo il mio passato . Ma non sò immaginare il mio futuro . Immagino certo quello che vorrei fosse la mia casa ma ... niente di più` , vorrei scappare lontano e ricominciare tutto da capo . Ma non si può sempre scappare , a volte la vita va affrontata anche quando non rimane più niente per cui lottare ma solo il fantasma di una donna che non sa più dove sta andando . Allora qui seduta nel mio silenzio cerco la risposta in ciò che mi è noto , nelle mie banali abitudini e negli occhi degli sconosciuti.

Il Passato

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.

Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

- Emily Dickinson

Wicca

Scende la pioggia

Tu nel tuo letto caldo, io per strada al freddo
ma non è questo che mi fa triste
Qui fuori dai tuoi sogni l'amore sta morendo
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia ma che fa,
crolla il mondo addosso a me
per amore sto morendo !
Amo la vita più che mai
appartiene solo a me,
voglio viverla per questo !
E basta con i sogni, ora sei tu che dormi
ora il dolore io non conosco
Quello che mi dispiace è quel che imparo adesso
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia...
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget