tempo

Cerca nel blog

mercoledì 31 marzo 2010

05:30 della mattina

Le strade sono ancora buie . Mentre salgo sul bus che mi porterà a lavoro ; le poche facce presenti sono assonante e stanche , danno una rapida occhiata al giornale qualcuno cerca di svegliarsi ascoltando della musica e io ..... accendo il mio lettore mp3 e cerco di fare altrettanto ... mi godo il panorama anche se è lo stesso di tutti i giorni , ma è sempre strano vedere il cambio d'ambiente da dove vivo al centro città . Il mio è un quartiere cosi' detto malfamato pieno di case d'appuntamento , prositituzione , droga e tutto quello che viene denominato sotto la voce di male . Io dico che è un quartiere di disperati ... di poveri resi ancora più poveri dai ben pensanti che vengono qui a sfruttare la situazione . Vivo nel rifugiu peccatorum della città , un posto che quando lo nomini tutti fanno una faccia schifata ... ma dove tutti vanno alla ricerca di trasgressione e divertimento a poco prezzo . Io dal mio canto amo e odio il mio piccolo strano nido , con tutti i suoi pittoreschi abitanti dal quale non mi riesco a staccare e a giorni invece vorrei scappare .

Il Passato

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.

Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

- Emily Dickinson

Wicca

Scende la pioggia

Tu nel tuo letto caldo, io per strada al freddo
ma non è questo che mi fa triste
Qui fuori dai tuoi sogni l'amore sta morendo
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia ma che fa,
crolla il mondo addosso a me
per amore sto morendo !
Amo la vita più che mai
appartiene solo a me,
voglio viverla per questo !
E basta con i sogni, ora sei tu che dormi
ora il dolore io non conosco
Quello che mi dispiace è quel che imparo adesso
ognuno pensa solo a se stesso
Scende la pioggia...
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget